Dottor Roberto Calcaterra

Medico Gastroenterologo e Omeopata
Esperto di intolleranze alimentari
e disturbi relati al cibo

Diabete
riconoscerlo e curarlo
Il diabete è una malattia cronica degenerativa, caratterizzata da un’elevata concentrazione di glucosio nel sangue, dovuta a carenza assoluta o relativa di insulina.
L’insulina è quell’ormone che consente all’organismo di utilizzare il glucosio per i processi energetici all’interno delle cellule.

Se l’insulina è prodotta in quantità insufficiente dal pancreas - oppure non è affatto prodotta - nel sangue si avranno dei livelli di glucosio più alti del normale (iperglicemia) che favoriranno la comparsa del diabete.
Le tipologie di diabete

1. Diabete Mellito tipo 1 è una malattia autoimmune, caratterizzata dalla distruzione, da parte dello stesso organismo, delle cellule B del pancreas, adibite alla produzione di insulina (insulino - deficienza). Si sviluppa in giovane età, ed è per lo più una malattia caratterizzata da familiarità.

2. Diabete Mellito tipo 2 in questo tipo di patologia, l’insulina è prodotta dal nostro organismo, ma in quantità non sufficiente. Tra le principali cause di questa tipologia di diabete: familiarità, sovrappeso, sedentarietà e appartenenza ad alcune etnie.

Sintomatologia
Poliuria, polidipsia e polifagia (eccesso di produzione di urina, eccesso di sete e fame).

Diagnosi
La diagnosi di diabete è certa con un valore di glicemia di 200 mg/dl rilevato in qualsiasi momento della giornata o due ore dopo un carico di glucosio. In soggetti sani, che hanno un’alimentazione sana e una vita regolare, la glicemia si mantiene tra i 60 e i 130 mg/dl. A digiuno, i valori della glicemia possono variare tra 70 e 110 mg/dl; tra i 110 e i 125 mg/dl si tratta di una condizione di alterata glicemia a digiuno, una condizione che dovrebbe invitare il paziente a porre maggiore attenzione al suo stile di vita e alla sua alimentazione. Valori di glicemia uguali o al di sopra di 126 mg/dl sono da considerarsi possibili sintomi di diabete. Valori compresi tra 140 e 200 mg/dl definiscono una ridotta tolleranza al glucosio che può evolvere verso il diabete.




Le conseguenze del diabete
Il diabete è una malattia che predispone ad eventi cardiovascolari quali infarto del miocardio e ictus. Può inoltre causare insufficienza renale e retinopatia, dovuti ai danniprovocati dal glucosio ai vasi sanguigni.

Cura e prevenzione
Nella prevenzione del diabete ci sono una serie di fattori di rischio non controllabili, come l’età.

Ci sono però anche una serie di fattori su cui possiamo agire: come il peso eccessivo, la sedentarietà, il fumo, l’ipercolesterolemia o l’iperglicemia. Studi svolti ci confermano che intervenire su questi fattori di rischio modificabili con uncambiamento dello stile di vita e dell’alimentazione abbassa notevolmente il tasso di mortalità legato a problemi cardiovascolari (esito principale del diabete).

Anni di eccessi di cibi animali, di zuccheri, farine e prodotti raffinati, indeboliscono in modo grave, lento e inesorabile il nostro pancreas. È possibile in prevenzione primaria (individuo sano) e in prevenzione secondaria (individuo già colpito da un evento patologico) il controllo della nostra salute a tavola introducendo una dieta naturale, priva di derivati animali.







Insulina, glicemia, diabete.

L’insulina è prodotta dalle cellule di Langherans del pancreas, ed è un ormone indispensabile per il metabolismo degli zuccheri. Tutti gli zuccheri che noi introduciamo con la nostra alimentazione, vengono trasformati nel corso della digestione in glucosio, il quale è la principale fonte di energia per muscoli, organi e cervello. Il glucosio per entrare nelle cellule ed essere utilizzato come carburante ha assoluta necessità della presenza dell’insulina. Una carenza di insulina comporta un’elevata concentrazione di glucosio nel sangue, ovvero un’elevata glicemia. Quando la glicemia supera il valora di 200 mg/dl viene diagnosticata la patologia del diabete.

Insulina
Ormone che consente al glucosio di spostarsi dal sangue alle cellule del nostro corpo.

Glicemia
Concentrazione di glucosio (zuccheri) nel sangue.

Diabete
Eccesso di glucosio nel sangue.

PRENOTA LA TUA
VISITA MEDICA
Dal lunedì al venerdì dalle
14.00 alle 19.00

Intolleranza
al latte

Intolleranza al glutine
e celiachia

Intolleranza a lieviti
e frumenti

Diabete